Home arrow Dal cielo al cosmo
Dal cielo al cosmo PDF Stampa E-mail
Scritto da Daniel Marin   
Tuesday 01 June 2010
mway.jpg
The Milky Way - FUJII/C&E Photos

Per migliaia di anni l’uomo ha osservato e misurato, ammirato e temuto una volta celeste la cui cerchia di stelle immutabili ne ha scandito la vita. Immaginare infatti che la Terra e le stelle si muovessero all’interno di uno stesso spazio, quasi infinito, non è stato affatto facile. Era necessario andare oltre l’ovvia percezione che il nostro pianeta fosse al centro di una sfera di stelle fisse.

 

 

 


circumpolar.jpgCircumpolar around the celestial south pole - AAO/C&E Photos
Sin dall’antica Babilonia l’uomo ha osservato un cielo in cui le stelle sembravano ruotare attorno alla Terra.
Secondo le credenze, il cielo era una sorta di campana o una cupola nella quale migliaia di stelle erano incastonate, la Via Lattea era il sentiero che le anime dei morti percorrevano per raggiungere il paradiso o il latte materno versato da Ercole. Questa visione geocentrica del mondo andò in frantumi nel 1543, con la tesi di Copernico e collassò definitivamente grazie a Galileo Galilei, il primo ad aver usato un telescopio per osservare il cielo. L’osservazione delle macchie solari, dei rilievi lunari, misero in gioco il modello costituito da sfere perfette. L’uso di telescopi sempre più potenti popolò l’Universo di nuovi corpi cosmici, come le galassie, la cui vera natura fu compresa solo negli anni ‘20..



Ultimo aggiornamento ( Monday 02 August 2010 )
 
Pros. >